DO YOU LIKE VALENTINE’S DAY?

Quanto vi piace San Valentino da 1 a 10?

Se dovessi darvi una risposta a bruciapelo direi 0, o anche sottozero.

Ho sempre avuto sentimenti contrastanti nei confronti di questa festività. Bandirei i baci perugina dal pianeta! Per non parlare, poi, delle patetiche frasi in cui sono avvolti, con buona pace della grandissima Luisa Spagnoli. Odio le coppiette che trascorrono l’intero giorno a baciarsi ininterrottamente o a camminare mano nella mano, odio le coppiette che diventano l’essenza del romanticismo dimenticando il cesto di corna proprio dietro l’angolo.

Inoltre sono troppo orgogliosa per poter pienamente essere parte di questa marea di zucchero che pervade gli animi. Mi imbarazzerei tantissimo sia a ricevere che a dare un qualunque pacchetto di cioccolatini avvolto in carta rigorosamente rossa e tempestata di cuori.

Bene!

Dopo questa mia iniziale manifestazione di odio atavico nei confronti dell’amore e del 14 febbraio, passano le ore e le farfalle nello stomaco (avvelenate quotidianamente con bile malefica) reclamano la principessa Disney che è in me. Deviata in tenera età dalla storia del principe azzurro inevitabilmente inizio a guardare con aria malinconica quei pacchetti blu della Perugina, perché in fondo non sono poi così brutti, perché (sempre in fondo) non li lancerei dal balcone, uno ad uno, cercando di colpire i fidanzatini festanti.

L’amore si può manifestare in mille modi, e l’importante è non farlo soltanto un giorno all’anno. Ogni giorno dobbiamo dire alle persone a cui vogliamo bene quanto siano importanti per noi. Ogni giorno dobbiamo innaffiare, come dice mia madre, il nostro orticello affinché siano sempre vive le emozioni e i sentimenti. Una scatola a forma di cuore e un bigliettino con parole che realmente vengono dal cuore possono rendere felice anche me.

Ho bisogno di amore come tutti, ho voglia di riceverlo e di darlo. Dura fuori, morbida dentro…sembra quasi una réclame! Probabilmente l’essere irremovibilmente avversa alla festa di San Valentino è semplicemente retaggio di ferite passate, che mi hanno abbattuta ma non spezzata.

Ma veniamo al dunque!!! Di pomeriggio bussa il corriere con un pacco per me. Una nuova collaborazione ed un regalo meraviglioso: un braccialetto con perline bianche e argentate, ed una medaglietta con il logo del brand che cade in modo elegante dal gancio della chiusura. I gioielli Touch Me sono rigorosamente Made in Italy, prodotti con materiali di altissima qualità, seguendo il trend del mercato. Il prezzo del bracciale non è eccessivo (39 euro, potete consultare il sito), e ve lo consiglio se dovesse capitarvi di fare un regalo di compleanno o, perché no, anche un regalo di laurea.  Se poi decidete di comprarlo per voi stesse, sappiate che potete scegliere il vostro colore preferito, e dietro ogni colore si cela un significato profondo.

VERDE: Speranza

AZZURRO: Energia

ROSA: Tenerezza

GIALLO: Felicità

BIANCO: Purezza

NERO: Emozione

BLU: Saggezza

LILLA: Serenità

ROSSO: Amore

AVORIO: Mistero

Per farvela breve: indovinate di che colore è il laccetto del mio bracciale? ROSSO!!!! Non ci volevo credere, tutto torna! Era come se il destino mi dicesse “Smettila di fare l’acida, tanto io lo so che sei una tenerona. Non nascondere la vera te, non indossare sempre maschere per difenderti. Hai anche tu il diritto di gioire in questo giorno e quindi ti invio un segno”.

Amiche mie, oggi il mio voto per la festa degli innamorati è 10, ma non diciamolo a nessuno perché sono stata un po’ corrotta!

Kiss kiss, The Coco’s bag.

IMG_2131

IMG_2045

IMG_2136

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Instagram