FUNNY SHOOTING

Da brava fashion blogger…

ho il dovere morale di postare almeno un outfit a settimana;

ho il dovere morale di lanciare nuove tendenze;

ho il dovere morale di mostrarvi il mio stile.

E NIENTE, TUTTO MOLTO BELLO, ma di questo passo pubblicherò un post all’anno!! CHIEDO PERDONO.

Non è facile trovare un’anima pia che mi scatti qualche foto, e non ho il coraggio (forse per imbarazzo), né i soldi necessari per contattare un fotografo. Molte di voi mi hanno chiesto di postare più articoli di questo genere, quindi vi prometto di trovare al più presto una soluzione.

In questi momenti di estremo disagio, come ben sapete, ricorro ad un arma nel cassetto: MIA MADRE. E che arma!!! E’ come se un soldato combattesse in guerra con la fionda. Dovevo capirlo da come ha preso l’phone in mano che sarebbe stata una lunga mattinata.

Tentativo numero 1:

Prende l’phone in mano, suona, era mio fratello: voleva rispondere dal lato della cover. ANNAMO BENE!

Tentativo numero 2:

Le metto l’iphone direttamente sulla fotocamera: lei si fa l’autoscatto. NO VABBEI!

Tentativo numero 3:

Si sa il 3 è sempre il numero perfetto, ECCO non nel nostro caso: le cade l’iphone, mentre guarda le persone che passano! TRISTEZZA INFINITA!

Affranta, comincio una filippica sul fatto che è impedita, che anche le nonnette di 80 anni sanno usare whats app. Dopo uno stalkeraggio misto ad autocommiserazione durato 15 minuti, decide di riprovarci. OLE’!!

Tentativo numero 4:

Passano i vicini di casa, e per non essere derisa e sbeffeggiata come la number ONE delle RETARD, rientriamo nel giardino. NON CI ARRENDIAMO.

Tentativo numero 5:

NON SUCCEDE, MA SE SUCCEDE. Mia madre assalita da uno slancio artistico inizia a scattare mille foto, quasi mi stavo commuovendo. Secondo voi, poteva mai filare tutto liscio come l’olio?? DIREI DI NO!!! Un intruso inizia a disturbare il set fotografico. Sarà che ogni giorno gli ripetiamo che è un modello, probabilmente ha iniziato a crederlo davvero!! Il mio cockerino Roger inizia a saltellare, ad annusare i miei jeans, a rincorrere una lucertola che si aggirava dalle mie parti, giusto quella -.-, devastando vasi e fiori. Poi si siede per essere immortalato. CHE PAZIENZA, però è dolcissimo. Quindi beccatevi questi scatti con un Rogerino pestifero, un po’ di qua e un po’ di là  :)!

IMG_2720

Ho creato un total look di ZARA. Adoro Zara, comprerei di tutto, e nonostante abbia alzato i prezzi in maniera sconsiderata rispetto all’infima qualità, non riesco proprio a farne a meno. CREA DIPENDENZA. Il pantalone jeansato di colore bordeaux l’ho abbinato ad una T-shirt che presenta applicazioni gioiello cucite sul colletto (alcune pietre gioiello sono proprio di colore bordeaux) che possono anche fungere da collana.

IMG_3460

IMG_3449

IMG_3423

Gli occhiali da sole, con la lente tonda modalità JOHN LENNON, sono di H&M. Anche quest’anno lo stile hippie è tornato a colorare le nostre giornate primaverili ed estive. Quindi  via ad occhiali tondeggianti, motivi floreali ed etnici, viva le frange e le coroncine con i fiori. H&M si è lasciata ispirare dal Coachella music festival, dando vita ad un’intera collezione improntata su questo stile.

IMG_3441

13007204_507383106111759_451993468460007890_n

Le slip on Superga ve le mostrai in un altro outfit pochi giorni dopo averle comprate. A distanza di tempo posso dirvi con certezza che sono comodissime, e pratiche (odio allacciare i lacci delle scarpe, spesso e volentieri li nascondo all’interno della scarpa, perché il fiocchetto lo trovo antiestetico. Stupide convinzioni maturate in giovane età!). D’altronde sono una valida alternativa alle ballerine e alle scarpe da tennis. Le ho indossate spesso e non ho mai avvertito dolori vari ai piedi. La qualità è davvero ottima e sicuramente acquisterò un altro paio per la prossima estate. Infine per rendere il look meno sportivo, ho abbinato  il bracciale rigido di Pandora e la shopping bag di Louis Vuitton nella versione monogram.

IMG_3436

IMG_3444

Non mi soffermo sul bracciale di Pandora perché a questo brand voglio dedicare un nuovo post qui sul blog, ma essendo una grande BAG ADDICTED ho “il dovere morale” (ahahahah rido da sola alle mie battute, sempre meglio!!) di spendere due parole sulla shopping bag.

Ricordo ancora il giorno in cui l’ho comprata, l’emozione che ho provato mentre varcavo la soglia di Louis Vuitton in Via Condotti. Ero impacciata, ma felice come una bambina con la sua prima barbie (tralascio i discorsi femministi sulle barbie, che per me rimarrà il miglior giocattolo di sempre. Non sono mai stata deviata dal fisico della barbie, per intenderci!). Un commesso bello e affascinante mi accolse con champagne e cioccolato, e già lì ero stata conquistata. Mentre i cinesi sperperavo milioni di euro per set di valigie, io mi incantai a guardare una shopping bag, e me ne innamorai.

IMG_3451

IMG_3427

SHIRT: ZARA

JEANS: ZARA

SUNGLASSES: H&M

SHOPPING BAG: LOUIS VUITTON

BRACELET: PANDORA

SLIP ON: SUPERGA

Kiss, kiss The Coco’s bag.

Please like & share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.