GOLDEN GLOBES 2018: gli abiti indossati sul “black carpet”

Le pagelle degli abiti sfoggiati dalle star la notte della 75esima edizione dei Golden Globes.

Per la prima volta Hollywood ha imposto un dress code. Total black a sostegno del movimento Time’s Up, nato dallo scandalo Weinstein, contro le molestie sui luoghi di lavoro. Il red carpet è diventato un black carpet e per non trasformare il tutto in un corteo funebre le stelle hollywoodiane hanno aguzzato l’ingegno, giocando con piume, ricami, strascichi, drappeggi e scollature. La gara di eleganza si fa, dunque, più difficile e sofisticata. Come sempre, nell’immenso scintillio accecante degli abiti presenti al galà, scelgo quelli delle vincitrici e delle nominate. Sono loro le protagoniste indiscusse della serata.

Prima di immergerci nell’haute couture, rifacciamoci gli occhi tutte insieme con una bella foto di James Franco, vincitore del Golden Globe come miglior attore in un film o una commedia musicale, The Disaster Artist.

LA MONACA DI MONZA: VOTO 2

FRANCES MCDORMAND: vincitrice del Golden Globe come migliore attrice protagonista in un film drammatico, Tre manifesti a Ebbing, Missouri.

Le manca solo il classico copricapo e, poi, Sorella Frances è pronta per prendere i voti. Vestito orribile, di cui non sono riuscita nemmeno a reperire la maison, munito di laccio da frate francescano in vita. Capello scomposto. Trucco non pervenuto. Capisco che alcune persone amino la semplicità, ma, perbacco, è sempre la serata dei Golden Globes! Non le dò un voto più basso soltanto perché sarebbe offensivo.

L’EDUCANDA: VOTO 3

ELIZABETH MOSS: vincitrice del Golden Globe come migliore attrice in una serie drammatica, The Handmaid’s Tale.   

Vestito da educanda del 1800, firmato – non ci posso credere – Dior. Il dress code della serata era il colore nero, non anche la castità! Il colletto ornato con pietre preziose avrebbe dovuto spezzare, teoricamente, l’eccessiva pesantezza del complesso. Tuttavia, questa improbabile accoppiata don’t work per niente!!! Nemmeno il delizioso paio di décolleté nere di Christian Louboutin è riuscito a salvare l’insalvabile.                

LA VEDOVA ALLEGRA: VOTO 3.5

SALLY HAWKINS: nominata come migliore attrice protagonista in un film drammatico, La forma dell’acqua.

Nonostante la veneranda età, la coraggiosa Sally ha provato a scoprire una spalla in modo provocante. Peccato per il vestito, di cui, per ovvie ragioni di oscenità, fortunatamente non sono riuscita a capire la maison. Un misto di tessuti (velluto e raso) uniti da una cinta penzolante in pelle. PROPRIO NO!

L’IMPIEGATA COMUNALE: VOTO 4

SUSAN SARANDON: nominata come migliore attrice in un mini-serie o film per la televisione, Feud.

L’attrice ha indossato un suit maschile di Saint Laurent, abbinato ad una camicia bianca che non le dona per niente. La serata dei Golden Globes è l’anticamera degli Oscar. Praticamente una delle serate più glamour dell’anno. Non ti puoi presentare come un’impiegata che va a lavoro. Probabilmente la povera Susan non ha fatto in tempo a cambiarsi, è l’unica spiegazione!

BIANCANEVE: VOTO 4.5

MICHELLE WILLIAMS: nominata come migliore attrice in un film drammatico, Tutti i soldi del mondo.

L’attrice è pronta per una festa in maschera e ha scelto il costume di Biancaneve. L’abito, firmato Louis Vuitton, non rende giustizia alle sue curve. E’ decisamente goffa. Lo scollo a barca e i vari rigonfiamenti tondeggianti non creano un connubio armonico. Non è il primo outfit che sbaglia la Williams. Per cortesia aiutatela! Contattate immediatamente un personal shopper e un parrucchiere. “Nun te se po guardà” con quei capelli da pulcino pio. Dov’è finita la bella e sensuale Jen di Dawson’s Creek?

HAPPY NEW YEAR: VOTO 5

LAURA DERN: vincitrice del Golden Globe come migliore attrice non protagonista in una serie, mini-serie o film per la televisione, Big Little Lies.

Lei ci prova. Indossa un abito lungo di Armani Privè. Abbina gioielli di Bulgari. Lascia i suoi meravigliosi capelli sciolti e ondeggianti. Tutto molto bello, ma, cara Laura, non stai andando a ballare dopo il cenone di Capodanno. Dovresti, invece, presenziare con una certa eleganza e sobrietà alla cerimonia dei Golden Globes. Personalmente questo vestito non mi fa impazzire. Sembra la classica custodia per cappotti che si chiude centralmente con una lampo. La ciliegina sulla torta, però, sono i luccichii del vestito, tipici della strobosfera o palla da discoteca, fate vobis.

LA TRASANSATA: VOTO 5.5

MERYL STREEP: nominata come migliore attrice in un film drammatico, The Post.

Dopo aver partecipato a cinquecentomila cerimonie degli Oscar, Bafta, Golden Globes e compagnia cantante, capisco che Meryl non sappia più come vestirsi. La Streep, dunque, ha aperto la sua cabina armadio, ha preso il primo abito di Vera Wang che aveva sotto tiro, ed è andata a sfilare sul black carpet. Non ci siamo! L’abito la ingrassa e il cordolo centrale che unisce i due lati del vestito è stato cucito lì a casaccio. Lo scollo non valorizza il décolleté, anzi sembra quasi che ceda da un momento all’altro.

L’ECCENTRICA : VOTO 6-

ALLISON JANNEY: vincitrice del Golden Globe come migliore attrice non protagonista, I, Tonya.

L’attrice ha scelto un abito da sera di Mario Dice, con clutch di Jimmy Choo. Trucco in modalità “impalcatura edile”. TROPPO ESAGERATA! Il vestito alquanto eccentrico appesantisce la silhouette, evidenziando in modo visibile la pancia. La parte superiore e quella inferiore a coda di sirena sono eccessivamente in contrasto.

IL CENTRINO: VOTO 6

EMMA STONE: nominata come migliore attrice in un film o commedia musicale, La battaglia dei sessi.

La Stone sceglie un abito monospalla di Louis Vuitton. Un po’ anonima, senza infamia e senza lode e sicuramente non all’altezza dei suoi precedenti red carpet. La parte finale del vestito non mi convince per niente. Gli abiti in pizzo, e per di più merlettati, li preferisco decisamente più corti.

MOROSITAS: VOTO 6+

OPRAH WINFREY: vincitrice del Golden Globe alla carriera.

Sufficienza piena per la Winfrey. L’attrice ha scelto un abito nero – e come tutte noi sappiamo il nero sfina – dell’Atelier Versace. Il vestito la fascia nei punti giusti, nascondendo in qualche modo la nota morbidezza delle sue forme. Lo scollo a barca con qualche trasparenza è molto elegante. Infine, gli occhiali da vista che ha indossato le stanno benissimo!

LA BALLERINA DI FLAMENCO: VOTO 6.5

ALESSANDRA MASTRONARDI: attrice presente nel cast di Master of none.

Un po’ di Italia nella serata dei Golden Globes. Di questo dovremmo essere assolutamente tutti orgogliosi. La Mastronardi ha scelto un abito di Chanel molto sofisticato e raffinato. Non è per tutti i gusti, bisogna capirlo per apprezzarlo. Avrei potuto darle un voto più alto, ma con quella pettinatura ha ridicolizzato un po’ il vestito. E quindi “torero torero olè”!

ELENA DI TROIA: VOTO 7-

RACHEL BROSNAHAN: vincitrice del Golden Globe come migliore attrice in una serie commedia o musicale, The Marvelous Mrs. Maisel.

Abito di Vionnet molto semplice. Sembra una donna della mitologia Greca. Le due fasce che si incrociano sulla spalla destra sono graziose. Inoltre, la pettinatura è perfetta e valorizza moltissimo il look dell’attrice.

GALLINA VECCHIA FA BUON BRODO: VOTO 7

HELEN MIRREN: nominata come miglior attrice in un film o commedia musicale, Ella & John – The Leisure Seeker.

Non ho capito la provenienza modaiola dell’abito, ma sicuramente i gioielli sono firmati Harry Winston. Helen Mirren è una vera e propria temeraria. Ha sfoggiato, infatti, un vestito con trasparenze importanti, portate egregiamente nonostante abbia una certa età. Lei è una diva e impartisce lezioni di classe e stile a tutte le novelline presenti in sala.

LA SIRENETTA: VOTO 7+ in Zac Posen

REESE WITHERSPOON: vincitrice del Golden Globe come co-produttrice e nominata come migliore attrice in una mini-serie o film per la televisione, Big Little Lies.

Chi dice “che un vestito a sirena non possa stare bene ad una donna bassina”, non ha ancora visto la Witherspoon. L’attrice, a mio parere, ha indossato magnificamente un abito a sirena di Zac Posen. Esso presenta, inoltre, una piega sul décolleté che dona alla mise un tocco molto originale.

JESSICA CHASTAIN RABBIT: VOTO 7.5

JESSICA CHASTAIN: nominata come miglior attrice in un film drammatico, Molly’s game.

L’attrice indossa un sensualissimo abito di velluto della collezione Armani Privé. Il vestito ha un collo all’americana e inserti di paillettes che disegnano i fianchi. Le forme sinuose e il beauty look le fanno aggiudicare il titolo di Jessica Rabbit della serata.

IL CIGNO NERO: VOTO 8

ANGELINA JOLIE: non era nominata, è vero, ma non potevo ignorare il suo abito.

L’abito indossato dall’attrice, proveniente dall’Atelier Versace, è molto semplice. Angelina, infatti, ha puntato tutto su piume scenografiche per attirare l’attenzione. Sfila in modo incantevole, volteggiando tra le piume solo come una diva del suo calibro sa fare.

LA REGINA DELLE FATE: VOTO 8.5

NICOLE KIDMAN: vincitrice del Golden Globe come migliore attrice in una mini-serie o film per la televisione, Big Little Lies.

Lei è come il vino. Più passa il tempo più è buono. Oh somma Nicole, Insegnaci a sembrare sempre perfette e giovani anche a 50 anni!!! L’attrice indossa un abito di Givenchy, con dei veli in pizzo sul retro che simulano ali di fata. Trovo il vestito molto raffinato, ma, d’altronde, Givenchy non sbaglia quasi mai un colpo.

ODISSEA NELLO SPAZIO: VOTO 9

SAOIRSE RONAN: vincitrice del Golden Globe come migliore attrice in un film o commedia musicale, Lady bird.

L’attrice ha indossato un abito asimmetrico e dal taglio semplice, con spalline rinforzate e cut out di paillettes argento, firmato Atelier Versace. La Ronan ha sfidato i soliti cliché portando sul red carpet un abito moderno, quasi spaziale. “Solo chi osa vince”.

AURORA BOREALE: VOTO 9.5

MARGOT ROBBIE: nominata come miglior attrice in un film o commedia musicale, I, Tonya.

Abito gioiello di Gucci in satin con una profonda scollatura a V, maniche con spalline a sbuffo e spacco frontale con una piccola coda. Anche questo non è un abito per tutti i gusti, ma, sicuramente, incontra i miei. Sulla parte centrale del vestito sono ricamati fiocchi, fiori, foglie in argento e vistosi cristalli. L’attrice brillava letteralmente nella notte dei Golden Globes. SPLENDIDA.

THE PRINCESS OF MOON: VOTO 10

JESSICA BIEL: nominata come migliore attrice in una mini-serie o film per la televisione, The Sinner.

And the Golden Globe goes to…the wonderful Jessica Biel!

L’attrice ha indossato un capolavoro firmato Christian Dior. La maison ha realizzato un abito bustier con scollo a cuore, attraversato da una mezza luna in velluto che scende sul fianco. Il vestito è interamente di tulle, drappeggiato sia sul corpetto che sulla gonna a ruota. L’alta gioielleria di Bulgari, un’acconciatura retrò e un make-up perfetto completano l’outfit assolutamente impeccabile.

Please like & share:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.